Scelta processore Intel

Se siete in procinto per acquistare un PC, sicuramente stareste studiando l’hardware che esso monta e non sempre è facile capire come districarsi nella scelta del soluzione ottima che possa fare per noi.
Oggi in questo breve articolo proverò a fare chiarezza su una delle componenti fondamentali di un pc sia che esso sia fisso o laptop: il processore.
Wikipedia: il processore o detta CPU è l’unità di elaborazione centrale sulla quale si basano le macchine di Von Neumann, un po’ come il cervello del corpo umano.
Il compito della CPU è quello di eseguire le istruzioni di un programma presente nella RAM dopo averlo prelevato dalla memoria secondaria o di massa. Durante l’esecuzione del programma la CPU legge o scrive dati in memoria centrale.
Quindi verrebbe da pensare che essa sia la componente hardware principale del computer, beh in parte lo è ma non mi trovate assolutamente d’accordo con questa affermazione perché esistono altre componenti strettamente essenziali: RAM e disco rigido ed altre è solo il tutto orchestrato nella miglior maniera che determina l’ottima riuscita di un pc.
Tornando alla comparazione con il corpo umano possiamo comparare la RAM come i muscoli e il disco rigido come la resistenza agli sforzi.
Come il disco rigido non deve essere comparato con la stazza fisica? Assolutamente no perché non è detto che un HDD più sia capiente in termini di Giga sia migliore in termini di prestazioni, anzi avvolte proprio con i dischi rigidi più grandi si può avere una latenza maggiore specie se basati sulla rotazione meccanica dei dischi magnetici.
Senza discostarmi molto dalla funzione della CPU possiamo affermare che maggiore sia la resistenza agli sforzi (RAM) più processori può eseguire e maggiore è la velocità del disco nel passare i programmi alla RAM prima potranno essere eseguiti.
Ci sono molte altre componenti importanti come il BUS, ma non vorrei appesantire troppo la trattazione merita di essere citato un altro componente essenziale la “CACHE DELLA CPU”.
La cache della CPU è il cuore del PC, perché è la componente che tra virgolette fa passare il sangue al cervello, ossia da impulso alla schedulazione dei processi all’interno della CPU.
La cache è una memoria velocissima che parte del processore più essa è capiente e minori saranno gli accessi alla RAM.
Perché dovrei fare meno accessi alla RAM?
Perché un accesso alla RAM è come un ticket di viaggio che costa una “perdita di tempo” nel fare passare i dati dalla RAM alla CACHE della CPU.
Per passare dalla CPU alla RAM il canale di viaggio è il BUS se un pezzo di programma si trova nella cache mi risparmio un viaggio fino alla RAM per prendere parte del programma in esecuzione.
Ok, cerchiamo di scendere più nel pratico ed andare al sodo.
Negli ultimi anni cerchiamo sempre il processore all’ultimo grido: sbagliato!
La CPU è la componente che si è meno evoluta di tutte negli ultimi anni, dual core, quad core, octa core ecc… beh non ci fate nulla se la quantità di RAM del PC è poca e l’hard magnetico è a 5400rpm!
Al contrario la componente più evoluta negli ultimi anni è quella più lenta in termini di prestazioni, il cosiddetto collo di bottiglia per il passaggio dei programmi dall’archivio all’esecuzione, ossia il disco rigido.
Sono usciti negli ultimi anni nell’ordine dischi rigidi allo stato solido, allo stato solido M2 e allo stato solido PCI-Express. I più veloci sono i PCI-Express che attestano i loro valori di velocità attorno agli 800 Mbs contro i 500 Mbs degli ssd sata.
Quindi che faremo noi stupidi per migliorare il vecchio PC mettiamo HDD PCI-Express: sbagliato!
I dischi PCI-Express sono stati introdotti di recente e pochissime schede madri li supportano.
Tornando alla comparazione con il corpo umano la scheda madre è un pò come l’ossatura della persona.
E qui la comparazione è fasulla perché: nell’uomo le ossa si possono rafforzare o consumare invece la scheda madre è quella e prevede un hardware massimo oltre il quale non va!
Pertanto, il vero consiglio che do quando si sceglie un PC è informarsi sulla scheda madre, perché se vogliamo potenziare l’hardware in futuro dobbiamo sottostare ai suoi limiti, specie se acquistiamo un laptop dove la scheda madre non può essere cambiata se non con una uguale altrimenti non rientra fisicamente all’interno dello chassis del notebook.
Ora gli upgrade migliori che si possono fare quando si compra un PC sono l’espansione della RAM e l’upgrade del disco rigido con uno migliore di quello di fabbrica.
Il cambio della CPU specie in un laptop è un’operazione che non si fa quasi mai e anche se si fa non avrete chissà quale miglioramento perciò il consiglio che mi sento di dare è che quando acquistiamo un notebbok di non fossilizzarsi troppo sulla CPU anche se devo ammettere che attualmente con i processori Skylake(6a generazione) e Broadwell(5a generazione) c’è stato un piccolo passo in avanti perché si è passati dalla struttura della RAM DDR3 alla RAM DDR4.
I vantaggi principali delle DDR4 rispetto al suo predecessore DDR3 sono: maggiore densità, tensione inferiore e maggiore velocità di trasferimento dati. La DDR4 opera con una frequenza compresa tra 1600 e 3200 MHz, mentre DDR3 opera con una frequenza compresa tra 800 e 2133 MHz.
Beh il progresso non sta mai fermo c’è sempre un piccolo miglioramento nella scelta di una nuova tecnologia.
Inoltre sui PC con scheda madre compatibile con DDR4 si può avere più RAM rispetto alle macchine che supportano fino alla DDR3, quindi perché non scegliere il progresso.
Invece se non sbaglio gli hard disk pci express possono essere montati anche su PC che possiedono RAM DDR3, per vedere se posso mettere un SSD PCI-Express non è molto semplice ma non con un po’ di ricerca su San Google si può venire a conoscenza di queste informazioni.
Facciamo ora chiarezza sulle sigle dei processori. Di solito affianco ad una CPU troviamo le lettere U, HQ, ecc… per tornare in tema di scelta processore.
A questo link troviamo maggiori dettagli dalla Intel stessa: http://www.intel.com/content/www/us/en/processors/processor-numbers.html
Prima che continuiate a leggere vi dico che in questo post faccio riferimento a processori della famiglia Intel se siete per i processori AMD mi dispiace ma questo articolo non fa per voi, poiché ahime possiedo un forte pregiudizio per i processori AMD infatti non li ho mai neanche tanto presi in considerazione, quindi non posso nemmeno dare un giuduzio su di loro.

Scelta processore Intel

Scelta processore Intel di sesta generazione


Ok se scegliamo un desktop non avremo molta difficoltà nella scelta di una CPU di sesta generazione, ci sono due serie:
K, processori Unlocked, ossia processori overcloccati che sono i migliori in assoluto che si possono scegliere, ma consumano molta corrente elettrica;
T, processori per desktop non overcloccati con un consumo normale di energia elettrica.
Fin qui nessun problema se invece scegliamo un laptop c’è più confusione, una cosa su cui non sono molto d’accordo con i costruttori di laptop e con Intel stessa è che per favorire la diffusione di ultrabook negli ultimi anni hanno scelto di saldare il processore sulla scheda madre, però avranno le loro ragioni.
Infatti fino a prima dell’uscita degli i3, i5 e i5 non era così perché ad esempio con il Core2Duo (che ok sono meno potenti degli i5 e i7) però in genere non erano saldati sulla scheda madre e quindi potevamo cambiarli ad esempio sul mio laptop un po’ datato si poteva passare dal Intel Core2Duo T5450 a 1.66GHz al Intel Core2Duo X9100 che aveva una frequenza di 3.06 GHz e quindi cambiare il processore aveva senso.
Ora invece acquistare un laptop e cambiare il processore ha pochissimo senso.
Però dall’altro canto il motivo di preferire le CPU saldate potrebbe essere stato dovuto al fatto di realizzare schede madri sempre più evolute mentre pochi anni fa ci si concentrava più sui processori, credo sia questo il motivo per cui ora le saldano sulla scheda madre.
I laptop attuali di solito montano i3, i5 e i7 della linea Skylake le quali affianco al numero di serie presentano quattro tipologie di sigle:
H, sigla rara da trovare che sta per high-performance. Montata da CPU con elevate performance. Come l’i3-6100H, che notate bene non è assolutamente meno potente di un i7 6500U. Perciò dico i7 non vuol dire meglio di i3! La linea H non è saldata sulla scheda madre, possiede una sua socket.
U, processori a basso consumo energetico saldati sulla motherboard. Questa linea di CPU è diffusissima, ma non vuol dire che sia la migliore, anzi al contrario se dovessi scegliere tra un notebook che montata il 4710HQ (processore uscito a inizio 2014) contro il 6600U (uscito in estate 2015) sceglierei sicuramente il quad core 4710HQ anche se più vecchio!
HQ, anch’essi sono molto diffusi. HQ è la linea di processori quad core con elevate prestazioni ma saldati sulla scheda madre. Questa linea di processori è molto migliore rispetto alla linea U perché abbiamo 4 core e 8 thread contro i 2 core e i 4 thread della linea U. I dati parlano da soli provate a comparare un i7 6700HQ contro un i7 6600U non vi è alcun paragone, i7 6700HQ vince a mani basse.
HK, poco diffusi ma i più potenti in assoluto sui laptop di ultima generazione. HK sta per quad core overcloccato, questa linea di CPU non è saldata sulla scheda madre in pratica è quasi come avere un processore della linea K su un laptop. Una bomba non c’è che dire. Però purtroppo diciamoci la verità costano un po’ di soldini e i venditori di computer speculano tantissimo su questa linea di processori anche perché possono essere sostituiti effettuandone un upgrade.
Fin qui ho solo parlato di spingerci fino al massimo delle prestazioni ma ora farò un inversione di rotta!
Vale davvero la pena comprare un notebook che monta un processore della linea HK?
Per me assolutamente no, perché come ho detto prima la tecnologia dei computer si sta sempre più spingendo verso l’evoluzione delle schede madri, quindi è rarissimo che se avete acquistato un notebook che monta per esempio l’i7 6820HK ne effettuerete l’upgrade per un’altra CPU con stessa socket che ha 0.2 GHz in più che detto in soldoni non fa nessunissima differenza prestazionale per noi comuni mortali.
Quindi se dovessi oggi comprare un laptop che monta la linea di processori di ultima generazione Skylake sceglierei come CPU la linea HQ, spendendo i soldi che risparmio dalla scelta della linea HK studiando bene il chipset della scheda madre e scegliendo quella che può avere una quantità di RAM più elevata ciò sempre dopo aver fissato il budget che voglio spendere a tal proposito ora effettuerò un esempio pratico per rendervi ancor più chiaro il mio pensiero 🙂
Siccome il post fa riferimento a CPU di fascia medio-alta fisserò come budget per il “mio fantomatico nuovo pc” 900€ e scelgo di acquistare un laptop.
Ora badate bene questo post non dice quale è il miglior laptop a 900€ ma ne mette in comparazione 3 per capire i parametri che devono influenzarci e come cercare di ragionare.
In questo post ho omesso di parlare delle schede video i “occhi del pc” sul quale andrebbe fatto un discorso un po’ diverso che però in questo post ometto totalmente altrimenti perderei il focus dal discorso sui processori e rischierei di incappare anche in degli errori.

Compare PC
Caratteristiche ASUS N552VX DELL INSPIRON 7359 MSI GP62 6QE
Processore
CPU Intel i7 6700HQ Intel i7 6500U Intel i5 6300HQ
Velocità processore 2.6 Ghz 2.5 Ghz 2.3 Ghz
Velocità clock 3.5 Ghz 3.1 Ghz 3.2 Ghz
Cores 4 2 4
Threads 8 4 4
Integrated CPU CPU Saldata CPU Saldata CPU Saldata
Cache 6 MByte 4 MByte 6 MByte
Memoria RAM
Tipo RAM DDR4 SDRAM DDR3L DDR4-SDRAM
RAM Installata 8 GigaByte 8 GigaByte 8 GigaByte
RAM Massima 16 GigaByte 8 GigaByte 32 GigaByte
Slot RAM 1 1 1
Velocità Massima RAM 2133 MHz 1600 MHz 2133 MHz
Hard Disk
Tipologia Hard Disk Installato SATA SSD SATA
Velocità Hard Disk 115 Mb/s 500 Mb/s 115 Mb/s
Motherboard
Chipset HM 170 Integrato HM 170
Slot PCI-Express Si fino a 800 MB/s No Si fino a 800 MB/s

Questi tre PC costano tutti e tre 900€ precisi ma ho preso casi tra loro contrastanti per evidenziare punti di forza e di debolezza. I punti di forza di un laptop rispetto ad un altro è colorato di verde.
Partiamo dal DELL esso monta un SSD cosa che non hanno gli altri, ciò aumenta di molto il valore di questo notebook che senza SSD è quasi impresentabile per questo prezzo!
Però badate bene l’SSD può essere messo anche sugli altri due notebook, quindi non vi fate affascinare dal fatto che possieda un SSD, anzi sugli altri due può essere montato un SSD PCI Express che è il 25% più veloce dei normali SSD SATA3!
Tuttavia se però non siete smanettoni hardware e volete un pc già pronto all’uso senza modificare alcun pezzo di fabbrica può essere un laptop da prendere in considerazione tutto ciò solo grazie all SSD SATA 3 altrimenti questo PC non li vale affatto 900€.
Gli altri due non montano un SSD ma il chipset HM170 consente il montaggio del PCI-Express, mettere un HDD PCI Express su questa scheda madre vi garantisce senza alcun dubbio delle prestazioni da top di gamma ve lo assicuro però ai 900€ si dovranno aggiungere altri 100€ minimo, ma è una spesa che vale davvero la pena effettuare? Assolutamente e sottolineo assolutamente SI.
Cosa cambia tra DELL e gli altri due modelli tantissime cose:
• I processori dell’ASUS e del MSI sono di alta fascia anche se ancora saldati sulla motherboard (per portarsi a casa una CPU della linea HK su un laptop non c’è storia ci vogliono almeno 1500€ di notebook). L’i7 6500U ha solo due core, quasi non merita nemmeno di essere chiamata i7 questa CPU, perché dico ci sono i7 e i7 non sono tutte uguali. La cache nell’i7 6700HQ e nell’i5 6300HQ è maggiore.
• La RAM dell’ASUS e del MSI è DDR4 avremo quindi: frequenze sono maggiori e anche l’espandibilità di solito è maggiore.
• Il DELL ha il chipset integrato aiuto ben me! Se si brucia una componente come ad esempio la scheda video potreste dovervi trovare a cambiare tutta la scheda madre: doppio aiuto!!!!
Ora, come vediamo dai colori verdi penseremo che l’ASUS vinca a mani basse rispetto l’MSI ma non è affatto così.
Sebbene il processore i7 6700HQ sia meglio dell’i5 6300HQ perché possiede 8 threads rispetto i 4 dell’i5 differenza essenziale. Lasciate perdere per favore GHz e velocità di clock sono solo dei numeretti in soldoni non ci sta nessuna differenza tra 2.6Ghz e 2.3Ghz, c’è un parametro però un parametro che spicca sul MSI: la RAM!
L’MSI può essere espanso a 32 Giga praticamente il doppio dell’ASUS: che top! 32 Giga di RAM DDR4 sono ottimi.
Pertanto la scelta tra l’ASUS e l’MSI dipende dal tipo di utilizzo che ne faremo, se necessitiamo di programmi che richiedono molta RAM (ambienti di virtualizzazione, Photoshop, ecc) forse preferirei l’MSI forse se invece ad esempio è destinato al gaming supponendo una parità di scheda video tra i due modelli forse preferirei l’ASUS.
Non so se ho risolto le vostre curiosità comunque a voi la scelta tra questi tre 🙂
Ah importante è questo: non so se in questo post ho detto delle eresie, comunque questa è la mia concezione e mi ha fatto piacere esporla 🙂 Qualora non siete d’accordo esprimetevi pure. Buona scelta a tutti!

Scelta processore Intel ultima modidfica: 2016-04-09T18:26:08+02:00 da admin
Posted in: hardware

By on 9 Aprile 2016

Tagged: , , , , , , , ,