Convertire macchina fisica in virtuale

Oggi vedremo come convertire un disco fisico che possedete su un vecchio PC in una macchina virtuale in maniera tale da poter utilizzare tale macchina su un nuovo pc. Il motivo per cui un utente potrebbe essere interessato a questo articolo può essere che determinati programmi non funzionano sul nuovo computer ad esempio sto passando da Windows 7 32 Bit a Windows 10 64 Bit e ad esempio Photoshop CS4 non mi funziona sul nuovo PC oppure ho dei programmi con molte configurazioni fatte che non ricordo o difficili da replicare.
Questa guida volta a convertire macchina fisica in virtuale è piuttosto basica e adatta per utenti domestici anche alle prime armi di certo in ambito aziendale quando si a che fare di virtualizzazione di server è tutto un altro paio di maniche che non sarei nemmeno in grado di illustrarvi una breve guida. Pronti? Ok partiamo, come piattaforma di virtualizzazione scelta io sto usando VMware Player, ve ne sono anche altre validissime come VirtualBox con cui ero fortemente in dubbio su quale utilizzare, ed altre ancora.
Come primo passo definiamo l’ambiente di virtualizzazione sulla nuova macchina. Scarichiamoci quindi l’ultima versione di VMWare Player attualmente si trova alla versione 7, personalmente ho utilizzato anche la 6 e le trovo ottime entrambi.
Pertanto rechiamoci al link: https://my.vmware.com/web/vmware/downloads quì rechiamoci in fondo alla pagina per trovare VMware Workstation Player clicchiamo su download saremo diretti ad una pagina simile a questa.

VMWare Player 7 free download

VMWare Player 7 free download


Dove come da evidenziatore rosso selezionermo l’ultima versione di VMWare Player, attenzione a non scaricare la versione WorkStation quella richiede l’inserimento di una chiave non gratuita.
Una volta scaricato procediamo all’installazione guidata molto rapida ed intuitiva magari potrete personalizzare il PATH di installazione del programma per poi inserire nella stessa cartella sia il software di VMWare che le relative Virtual Machines.
Una volta fatto ciò occorre andare nell’altro PC, ossia il disco fisico da virtualizzare, quì andremo a scaricare un’altro software: VMWare Converter.
VMWare Converter è gratuito ma per scaricarlo occorre registrarsi sul sito di VMWare, beh comunque la registrazione è gratuita e veloce quindi la si può effettuare senza alcun problema.
Una volta terminata la registrazione ed il download procediamo alla sua installazione che anche essa è davvero basilare quindi non mi dilungherò su ciò.
Una volta terminata l’installazione ci troveremo difronte a questa schermata.
Primo passaggio convertire macchina fisica in virtuale

Primo step VMWare Wizard Converter


Andiamo subito all’opera. Clicchiamo su File -> New -> Convert Machine…> e avremo un wizard guidato per la conversione della macchina, immagine di seguito.
Secondo step VMWare Converter

Secondo step nel wizard per convertire macchina fisica in virtuale


Quì in select source type selezioniamo Powered-on machine mentre in Specify the powered machine selezioniamo This local machine, come da immagine appena sopra. Andiamo avanti cliccando su Next >.
Poi avremo un’altra schermata dove selezioniamo la destinazione del file di conversione creato vi consiglio di metterlo in un hard disk esterno, ciò si seleziona in Select a location for the virtual machine: specifichiamo in nome della macchina virtual in Virtual Machine Name nel mio caso Windows 7.
Poi cose più importanti in Select destination type (ossia la prima select) selezioniamo WMWare WorkStation or other WMware virtual machine, mentre nella seconda select selezioniamo la versione precedentemente installata sul nuovo PC nel nostro caso VMWare Player 7.0.x.
Ecco un immagine che riepiloga quanto appena detto.
Terzo step Wizard WMWare Converter

Terzo step Wizard WMWare Converter


Clicchiamo quindi su Next >.
Nella schermata successiva di offre delle opzioni configurabili e degli avvisi legati a driver obsoleti, quantità di RAM ecc.. se desiderate personalizzare a vostro piacimento un parametro siete liberi di agire come meglio credete anche se in genere WMWare Converter riesce a trovare la configurazione ottimale del nostro PC per la conversione ad esempio nel mio processo ho ricevuto un solo avviso legato alla RAM. Cliccate su Edit per personalizzare i parametri desiderati.
Quarto passo del convertire macchina fisica in virtuale

Quarto passo del convertire macchina fisica in virtuale


Una volta cliccato su Next avremo nell’ultima schermata un riepilogo dei passi fatti per confermare la conversione cliccare quindi su Finish altrimenti per modificare uno o più step cliccare su Back.
Attediamo quindi che il processo di conversione termini, verranno quindi creati due file nella cartella di destinazione precedentemente selezionata, uno con estensione .vmdk ed un .vmx.
Fatto ciò il vecchio PC non serve più, connettiamo quindi l’hard disk su cui è stata effettuata la conversione nel PC dove installeremo la macchina virtuale.
Copiamo l’intera cartella che contiene i file VMX e VMDK. Per comodità nel mio ambiente di installazione ho previsto un PATH ove vi sono tutte le mie macchine virtuali VMWare.
Quindi apriamo VMWare Palyer selezioniamo Open Virtual Machine selezioniamo l’estensione .vmx del file copiato dall’hard disk ed il gioco è fatto.
Creare macchine virtuale non è mai stato così semplice!!
In maniera analogo a questo tutorial potete convertire una virtual machine presente su un PC in un altra virtual machine compatibile magari con una versione più aggiornata di VMWare Player.

Convertire macchina fisica in virtuale ultima modidfica: 2016-05-01T15:19:04+02:00 da Gianluca Di Vincenzo
Posted in: hardware

By on 1 Maggio 2016

Tagged: , ,