Android Virtual Machine

In molti desiderano poter utilizzare APP android sul proprio PC oggi in un breve tutorial impareremo a creare una Android Virtual Machine, così da poter utilizzare l’OS del robottino anche su PC 🙂 Non serve essere particolarmente smanettoni per effettuare queste configurazioni, inoltre tale processo è anche totalmente gratuito essendo l’ISO di Android distribuita in maniera gratuita. Beh è chiaro precisare che per avere una macchina Android virtualizzata che giri in maniera decente sul proprio PC è necessario un PC con almeno 4GB di RAM, al dì sotto credo che creare una Virtual Machine Android o di qualsiasi altro SO virtualizzato possa essere deleterio.
Pertanto partiamo per gradi iniziamo con il software necessario.

SOFTWARE DA SCARICARE

  • VirtualBox : software di virtualizzazione utilizzato ve ne sono anche altri come VMWare però per la Android Virtual Machine, VirtualBox mi sembra il più appropriato il downlod lo trovate qui.
  • ISO di Android, io ho eseguito il tutorial con Android 6.0 Marshmallow, ma nulla vi vieta di configurare Android 7.0 Nougat, non appena sarà resa disponibile l’immagine. L’ISO di Marshmallow e versioni precedenti le trovate qui.

CONFIGURAZIONE VIRTUAL MACHINE ANDROID

INIZIALIZZAZIONE

Dopo aver scaricato ISO ed installato Virtual Box siamo pronti per partire con la configurazione, vediamone in dettagli i passi da seguire.
Vi preciso che buona norma installare il programma come la virtual machine in dei path di window personalizzati così da ricordarsi il tutto più facilmente in caso di successive modifiche.

  1. Aprire Virtual Box -> Menu di navigazione -> Macchina -> Nuova…
    Creazione Virtual machine android

    Inizializzazione Android Virtual Machine

  2. Nella finestra immediatamente sopra selezionare come da foto Tipo: Linux, Versione: 2.6/3.x/4.x (64Bit) ed attribuire un nome alla virtual macchine.
  3. Sempre in questa po-up di virtual box inserire la RAM da dedicare alla macchina io ho impostato 2GB
  4. Selezionare tra le checkbox “Crea subito un nuovo disco virtuale”

Ecco un riepilogo del primo step a modi immagine.

Inizializzazione Virtial Machine Android

Primo step configurazione virtual machine

CONFIGURAZIONE VDI

Per la configurazione del VirtualBox Disk Image basta scegliere il path ove installare la virtual machine, scegliete uno facile da ricordare per il futuro.

VDI position

Step II – Posizione VirtualBox Disk Image

Cliccare quindi su Crea successivamente nella lista delle virtual machine dovreste trovare questa macchina, selezionatela e cliccate in alto su Impostazioni.
Spostatevi nella scheda e sotto la voce Controller IDE cliccare sull’icona a forma di CD e selezionare il file ISO di Android precedentemente scaricato, a fine installazione dovrete invece effettuare l’unmount di tale disco tornando in impostazione e rimuovendolo.
Situazione in impostazioni al primo avvio.

Prima configurazione VDI, lancio android virtual machine prima volta

Prima configurazione VDI

Situazione dopo il primo avvio con successo.

unmount vdi

Estrazione della ISO dopo il primo avvio con successo.

L’unmount del VDI fatto a fine articolo è per farvi capire dove occorre effettuarlo visto che fa parte dello stesso processo come mettere e togliere un cd nell’apposito slot per installare un sistema operativo qualunque. Dopo aver fatto l’unmount spostatevi in questa sezione del blog post, cliccando qui.

AVVIO ANDROID VIRTUAL MACHINE

Ora ci occuperemo dell’avvio della virtual machine, mostrerò tali passaggi inserendo una serie di screenshot effettuati durante la configurazione sul mio PC.
Dopo aver cliccato su avvia avrete questa schermata. Selezionate quindi Installation -> Invio.

Accessione VDI

Avvio Android Virtual Machine

Selezionate Create/Modify Partitions.

Creazione partizione Android Virtual Machinr

Creazione partizione per la macchina virtuale

Do you want use GPT? Selezionate NO -> Invio.

GPT for Android Virtual Machine

Modalità GPT Android Virtual Machine

Nella schermata successiva spostarsi con TAB su New, quindi invio.

New Partition VDI

Nuova partizione per la macchina virtual VirtualBox

Successivamente selezionare primary e decidere lo spazio da allocare per la android virtual machine.

Partizione primaria AVM

Partizione primaria per la macchina android

Locazione di memoria per la macchina virtuale

Locazione di memoria per la macchina virtuale

Andiamo avanti facendo click su bootable che inserirà la scritta bootable affianco il nome della partizione.

Macchina android bootable

Flag Bootable per la VDI

Spostarsi quindi da tastiera con tab in WRITE e dare invio.

Scrittura su disco virtuale

Procedi alla scritta su disco virtuale

Apparirà quindi un messaggio di conferma: rispondere scrivendo yes, quindi invio.
Avverrà così la scrittura su disco poco meno di un minuto (varia a seconda della RAM dei PC) e tornerete nella seguente schermata dove con tab vi sposterete su Quit e date invio. Dopo aver terminato il partizionamento del disco devi scegliere la partizione appena creata come spazio predefinito per installare il sistema operativo, nel mio caso sda1, quindi invio.

Select partition android

Selezione partizione Android

Nella schermata successiva scegliamo il formato dell’HDD, ossia ext4, quindi premere OK.

Selezione formato partizione

Formato partizione ext4 per la macchina android

You chose to format sda1 to ext4….Are you sure to format the partition sda1? Rispondere yes.

Conferma formattazione partizione per la macchina virtuale

Conferma formattazione partizione sda1

Do you want to install boot loader GRUB? Rispondere yes
Do you want to install EFI GRUB2? Rispondere skip

Skip install EFI GRUB2

Skip install EFI GRUB2

L’ultima cosa da fare èconfermare l’installazione della cartella /system in lettura e scrittura e attendere la copia dei file del sistema. Quindi rispondere yes alla domanda Do you want to install /system as read/write?, attendere il processo di installazione e voilà la macchina esiste 🙂

PASSI CONCLUSIVI

Shutdown android virtual machine

Spegnimento Android Virtual Machine

Dopo aver terminato l’installazione la macchina si avvierà però non appena entrate potete spegnerla cliccando da menu su File->Chiudi->Spegni la macchina.
Dopo aver fatto ciò effettuiamo l’unmount dell’iso, tornate indietro nel blog post cliccando qui.
IMP. Ok dopo l’unmount è molto utile controllare il mouse nella finestra della macchina virtuale per farlo cliccare con il tasto dx del mouse su questa iconcina Integrazione mouse Virtual Box e selezionare integrazione mouse.
Inizialmente vi sembrerà che non potete più tornare al vostro desktop per la combinazione di tasti di default per tornare al desktop non è comodissima mi sembra sia CTRL+Freccia DX, per cambiarla ancor prima di entrare in azione con la virtual machine andate nel menù di navigazione e cliccate su Inserimento->Tastiera->Impostazioni Tastiera.

Combinazione to-host virtual box

Controllo Tastiera VirtualBox

Nella schermata che vi si aprirà selezionate la combinazione che più preferite cliccando su scorciatoia per l’opzione Combinazione tasto host ad esempio io trovo molto comoda la combinazione CTRL+ALT.

Scorciatoia return to host

Scorciatoia return to host dalla virtual machine

Abbiamo finito ecco la vostra funzionante e funzionale macchina android su PC, con poca pazienza nulla di più semplice, divertitevi ora ad installare APP, navigare e simulare il vostro smartphone da PC, quali sono i vantaggi, beh non è questo il posto in cui mi metterò ad elencare i vantaggi della virtualizzazione per un dispositivo mobile però pensateci sono moltissimi, ad esempio alla lunga installare APP su uno smartphone rallenta il vostro robottino, oppure pensate che un app contenga virus ecc.., installandole su una macchina virtuale non ci perde nulla se è un app scadente ed inoltre state preservando il vostro bellissimo smartphone usufruendo ugualmente dell’app che desiderate.
Ad esempio io ho utilizzato questa procedura per installare svariate APP di OpenVPN che sinceramente averle sempre disponibili su smartphone non mi servivano a nulla o anche per provare delle semplici APP che già so in partenza che rimuoverò 🙂 Buon divertimento con il vostro robottino non soggetto a scarica della batteria 🙂

Android Virtual Machine ultima modidfica: 2016-10-09T14:42:40+02:00 da Gianluca Di Vincenzo